Storie ordinarie di monnezza al Potere*

*per oggi metto da parte i roghi di libri. Capita roba degna di nota, e di rivolte al forcone, anche sulle rive del Biondo Tevere. Mica si può lasciare tutta la monnezza al  Motore economico d’Italia, eccheccacchio!

Allora, ieri sono capitata davanti a una notizia di quelle in grado di far incazzare tutti i cittadini romani che in questo periodo sono immersi nella monnezza causa raccolta differenziata (quella di cui Fortezza Bastiani riporta aggiornamenti interessanti e in grado di far tracimare la bile spesso e malvolentieri).

Pare che ai manager dell’AMA sia stata elargita una gratifica natalizia di 30000 euro (cadauno) per i brillanti risultati ottenuti con la raccolta differenziata.

Vi lascio dieci secondi di tempo per digerire la notizia, se vi fosse per caso sfuggita nelle rassegne stampa di ieri (posso comprendervi, eh… Con tutto il bordello di Arcore e il ricordo ancora fresco degli amichetti di Alemanno assunti in qualunque luogo, magari non si fa caso, a una notizia che parla di rumenta e di manager che in tempo di crisi si vedono elargire una robetta come 30000 euro di gratifica).

Ora che avete realizzato, vi mando a leggere l’ultimo post di Fortezza Bastiani, dedicato proprio alla questione:

O FRANZA O SPAGNA, PURCHÉ SE MAGNA

Ne potrei parlare io, ma ammetto che a rovistare nei rifiuti altrui non mi trovo a mio agio, e con questo tipo di rifiuto rischia pure di partire un embolo.

Invece c’è chi lavora meglio di me, puntualmente e con una precisione da far invidia al miglior riciclatore del Regno.

Unica avvertenza: troverete del giustificato turpiloquio in apertura. So che tra i miei lettori non ci sono Figlie di Maria in grado di spaventarsi davanti al turpiloquio, quindi portate pazienza, leggetevi tutto l’incipit e andate avanti con la lettura.

Quando avrete terminato, fate sapere se c’è bisogno di sfoderare i forconi, perché pensavo di ordinarne qualcuno su Ebay e se serve anche a voi facciamo un ordine unico…


Annunci

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...