Gli annunci possibili – Compensi luculliani*

Questa settimana gli annunci possibili hanno un contributo d’eccezione: le conseguenze della risposta a un annuncio di lavoro. Racconta Smila Blomma in UK (e se è in UK ci sarà una buona ragione…) di aver risposto a questo annuncio di lavoro su kijiji:

    Pubblicato: 03 Novembre
Comune: Milano (Milano)
Tipo: Offerta
Contratto: Progetto

XXXXXXXX è testata giornalistica online con oltre 100 blog sulle professioni, mestieri, interessi e passioni in comune.

Il nostro media network è in continua crescita: cerchiamo nuovi blogger appassionati e competenti, per ampliare la nostra community e avere contenuti sempre freschi e aggiornati.

Requisiti: essere sempre aggiornati su ciò che avviene nel mondo (in base alle tematiche del blog assegnato) ed avere il tempo per scrivere un paio di post al giorno.

Sotto l’annuncio compare questa breve presentazione dell’azienda che sta cercando i blogger in questione:

XXXXXXX è il media-network che parla delle professioni, dei mestieri e degli interessi che ci accomunano. Ma anche delle passioni e di quella voglia di informarsi o di fare informazione che stuzzica la nostra giornata.

I nostri blog sono ordinati in maniera tematica e al loro interno vivono e interagiscono delle sub-community di blogger e utenti. Sarai il benvenuto se vorrai ampliarne i contenuti o completarli con nuove informazioni, foto e video o proponendo a tutti i tuoi commenti.

XXXXXXX è in costante movimento! Giorno dopo giorno nuovi blog e contributor si aggiungeranno al nostro network rendendo sempre più ampia e ricca la nostra informazione.

Sembrano seri, no? Poi ti chiedono un paio di post al giorno. Se una è disoccupata per la maggior parte della giornata e soprattutto si è faticosamente procurata una laurea nel settore della comunicazione, perché non dovrebbe mandare il suo CV? Al massimo le diranno picche (quasi quasi il CV glielo mandavo pure io, con tutto che mi manca una laurea nel settore della comunicazione. In fondo scrivo abitualmente, sono abituata a farmi i cazzi del mondo e soprattutto ho tutte le mattine libere: perché non impegnarle in qualcosa di produttivo anche per il portafogli oltre che per il puro piacere di scrivere?)

Senonché, questi non le hanno risposto picche. Le hanno risposto con una mail in cui era inclusa una proposta di contratto. Ora, fermatevi un attimo a leggere il post di Smila Blomma.

Avete letto?

Intendo fino alla parte in cui si racconta che il compenso per il lavoro si trova a pagina 19 e sarà di 1,5 € a post. Ecco, lì.

Bella cifra, eh? Vale la pena, di usare le mattine a disposizione o addirittura tutta la giornata per impegnarsi a cercare notizie (due al giorno), magari usando un sacco di tempo per reperire informazioni e una sporta di altro tempo per mettere insieme post decenti e con una loro dignità, tali da giustificare il congruo compenso.

Ne vale così tanto la pena che ci ho riflettuto. Potrei cominciare anche io a chiedere collaborazioni per l’Ufficio Reclami, perché si sa, un blog è impegnativo e la gestione diventa faticosa, da soli. Un post al giorno. Vogliamo scherzare? E chi gli sta dietro?

Però io non sono così ricca da poter pagare 1,5 € al giorno. A parte che di post me ne basterebbe uno solo, ma proprio non ce la farei, economicamente, a versare a chicchessia un compenso di ben 10,5 euro a settimana (pensate a raddoppiarlo, come vorrebbero questi signori qui sopra: sarebbero 21 euro a settimana, 84 al mese! Eh, insomma, se li avessi chiamerei una donna delle pulizie per tre ore al sabato e le farei pulire casa, o al limite le farei stirare le camicie!). Poi mettiamo che i collaboratori siano più di uno. .. No, non se ne parla proprio.

Quindi, potrei offrire ai collaboratori un caffè. A settimana. Fino a 5 collaboratori, posso offire a ciascuno un caffè a Sant’Eustachio. Oltre, si dovranno accontentare di Castroni.

Che ne dite? Volete cominciare a inviarmi i vostri curricula? Apro le selezioni!

(si ringrazia Smilla Blomma in UK per la segnalazione)

*mi viene  richiesto per motivi di privacy di eliminare il nome della società.

Annunci

8 thoughts on “Gli annunci possibili – Compensi luculliani*

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...