I Reclami Inutili – Genti di facebook. Un triste epilogo per il Reclamante Bloccato.

A volte ritornano.

E il  Reclamante Inutile che avevo preso a colpi di sarcasmo solo la settimana scorsa si è ripresentato per ben due volte nell’arco di pochi minuti, nella giornata di ieri, lamentandosi di nuovo di essere stato messo in quarantena per avere osato chiedere amicizia a persone che pensa essere suoi parenti:

Ora, io comprendo il terribile dramma di quest’uomo, rifiutato dai suoi presunti parenti, e l’onta del blocco di 14 giorni del profilo.

Voglio dire, che figura ci fai, a cena con gli amici che ancora ti parlano, a dire mi hanno bloccato su facebook? Ve li immaginate gli sguardi deplorevoli, il sentirsi un reietto della società 2.0, quasi un delinquente informatico che non ha nemmeno l’aura di Robin Hood come quelli di Anonymous che hackerano i siti di Trenitalia, della Polizia e dei Carabinieri?

Sono cose che lasciano il segno a livello psicologico.

Però anche gli Uffici Reclami, come tutte le pazienze, hanno un limite.

E alla terza richiesta inutile presentata sul mio Ufficio Reclami, peraltro nell’arco di due minuti, ho deciso di entrare di diritto tra i cattivoni che bloccano il nostro Reclamante.

Il motivo si spiega in quattro semplici parole, non troppo fini, per cui articolerò una frase più lunga. Alla terza volta che ci si ritrova la stessa richiesta da parte di qualcuno che non solo non si conosce ma che viene a portare una problematica in un luogo che non è proprio, si accompagna il qualcuno alla porta e lo si invita con le maniere forti a non presentarsi più.

Se la spiegazione dovesse essere troppo complicata da capire, si traduce con un hai rotto gli zebedei.

Per risolvere i conflitti coi presunti familiari, invece, consiglio l’uso del telefono. Mica c’è bisogno di un social network, per parlare coi propri cugini.

E se ci fosse bisogno di un social network… Direi che il problema non va cercato nel social network ma da uno bravo!

Annunci

13 thoughts on “I Reclami Inutili – Genti di facebook. Un triste epilogo per il Reclamante Bloccato.

    1. Dici che la notizia ormai è circolata tra tutti i conoscenti? In effetti son cose che si propagano come un incendio! Ormai la notizia sarà arrivata pure al suo zio d’America. Lo avrà pure diseredato!

      1. In effetti qualcuno dovrebbe avvertirlo che a furia di reclamare in pubblico ormai lo sanno anche su Marte, che è stato bloccato. Però io non posso. L’ho bloccato…

  1. Nessuno ha ancora intuito le grandi potenzialità di questo tizio.
    Al contrario delle armi di distruzione di massa, lui può essere tarato e mirato, addirittura sul dna dei (presunti) parenti. Gli americani a ‘sta cosa ci lavorano da un pezzo, ma noi ci siamo arrivati per primi!
    Basterà dire a tizio: “Tizio, attacca, quello là è tuo parente!” e contro il poveretto – Bianchi, Rossi o Brambilla che sia – si scatenerà l’inferno.

    Ma non lo possiamo brevettare?

    1. Prova… Tanto il nome e il cognome ci sono, nel primo commento, e lo riconosci dall’immagine! Potresti andare nel suo profilo e fargli la proposta sotto ogni post!

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...