I Reclami Inutili – Ombretti e altre amenità

Oggi peschiamo la nostra Reclamante Inutile direttamente sul blog, sotto i commenti aperti nella pagina delle Istruzioni per l’uso. Devo dire che un po’ mi basisce, il reclamo in questione:

Avete presente, di cosa parla questo blog? Gente precaria, utonti, libri, memoria, ogni tanto non disdegna la politica, e non ha mai provato a nominare il make-up.

Anzi, a dirla tutta questo blog non mette tacchi che superino i 3 centimetri ed è dichiaratamente dehellokittyzzato.

Cosa avrà convinto la nostra Reclamante Inutile a raccontarci che le clienti (quali?) si lamentano per l’ombretto coloredvattelapesca?

È forse un messaggio subliminale? Mi sta forse comunicando che dovrei cominciare a dare una pettinata all’avatar di Mafalda e a togliergli le borse sotto gli occhi?

Mah. Mentre cerco una spiegazione plausibile invito voi che leggete questo blog e che al contrario di me forse usate pure l’eye liner (o ci provate) a trovare una risposta  che abbia un senso per questo reclamo.

Se dovessi trovare altri reclami di questo tenore, però, mediterò se non sia il caso di cambiare il titolo del blog in  Elizabeth Arden’s Advice.

Annunci

24 thoughts on “I Reclami Inutili – Ombretti e altre amenità

  1. Non c’è pace tra gli ombretti! E tu, certo che tu, eh? Tu che ti occupi di reclami ma non di mascara, di libri ma non di rossetti, di precariato ma non di fondotinta… Oh, ciccina, ma lo vogliamo aprire o no un blog che salvi l’umanità??? 😉

    1. Però non va bene, questo reclamo. Anzitutto manca la forma. Dovrebbe essere privo di qualunque attinenza con l’ortografia e la grammatica. Inoltre dovrebbe essere inconsapevolmente OT. Ritenta con la dovuta forma in un post dove si discetta di fisica quantistica e ti prendo in considerazione per una delle prossime puntate della rubrica.

      1. Io ti ho detto come deve essere un reclamo per entrare nella categoria degli Inutili. Se poi tu vuoi lasciare i tuoi reclami tra anonimi commenti, fai pure.

      2. La tavoletta in genere l’abbasso, la mia perversione sono le “magliette da nanna”. Ovvero le t-shirt più antiche che vecchie che uso in casa e per andare a dormire.

      3. Ma le t-shirt antiche mica sono un problema… Le metto pure io, in estate. Sono la cosa più comoda che esista. Soprattutto le XL.

      4. Vabbé, hai detto che le usi in casa o per dormire. Io non vivo e non dormo con te. Mentre un problema peggiore potrebbe essere averti a cena e sapere che in bagno lasci la tavoletta alzata.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...