Scusatemi. Vi sto trascurando.

(sì, lo so che mi risponderete che non ve n’eravate accorti, ma io vi vedo che entrate nel blog, pure di prima mattina, a cercare nuovi post, e poi ve ne andate sconsolati. Ho le statistiche di WordPress a disposizione…)

Però ogni tanto pure io mi sveglio un po’ stanca o con altre seimila cose da fare. Tipo il 730. (no, non l’ho ancora presentato, e in effetti in questi giorni ero un po’ impegnata a recuperare tutti i documenti per la presentazione. Incluso il CUD dell’INPS, sapete quello che arriva quando vi danno la disoccupazione? Ecco, se non lo sapevate, adesso lo sapete, il CUD della disoccupazione va presentato per la dichiartazione dei redditi)

Quindi ho altre cose a cui pensare, oltre agli Annunci Possibili che ieri putroppo non sono stati pubblicati. Cercheremo di rimediare la settimana prossima.

Però non vi lascio senza chicche settimanali. Sono tornata al lavoro, e pure se sto facendo un sacco di data entry (no, non ve lo spiego, che cos’è, il data entry. Semmai ci sscriverò sopra un post quando mi sarò rotta le palle e vi spiegherò esattamente cosa significa, ma adesso sto ancora digerendo il caffè), perché la mia voce, con somma contentezza del Correttore, è ancora un po’ latitante, e non è bello parlare al telefono con la voce latitante. L’Utonto si spaventa. Poi non richiama più. Meglio. Magari non richiama più, ma anni di contatti con gli Utonti dimostrano senza ombra di dubbio che non c’è modo per convincere un Utonto a smettere di chiamare. Altrimenti non sarebbe un Utonto.

Comunque. Lavoro, non parlo e leggo pratiche. Ieri ho trovato una richiesta di una donna che secondo me merita tutta la nostra comprensione, perché il Crudele Destino, sotto forma di genitori, ha pensato di dotarla del nome più assurdo che si possa incontrare a memoria d’uomo.

Questa poveraccia si chiama Fortunata Infelice.

Non infierite, per cortesia. (e prima che lo chiediate. Non è un’ottuagenaria. Sta sotto i 40).

Buona giornata. Ci rivediamo quando mi sveglio dal torpore.

 

Annunci

3 thoughts on “Scusatemi. Vi sto trascurando.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...