E va bene. Stavolta gioco anch’io.

Più che altro perché non fare una cosa chiesta da Gaia (nei commenti sono stata invitata a partecipare) mi suona minaccioso. Ho paura che oltre ai Paccozzi Commentozzi potrebbe mandare all’indirizzo di casa dei miei invasioni di cavallette. Non so perché, forse è il suo atteggiamento materno nei confronti dei tramisti di yahoo answer a terrorizzarmi…

Comunque non è niente di che: uno dei tanti giochini in cui i blogger segnalano altri blog che gli piacciono, una cosa autoreferenziale. Con la differenza di un po’ di domande all’inizio. Poi si scelgono 15 blog che si leggono e quelli dovranno ripetere il giochino a loro volta. Le catene di sant’Antonio, signora mia! (ci aveva provato Carlotta, un po’ di tempo fa, ma non avevo abboccato. Oggi invece ho dato di stomaco e il neurone non ha voglia di ribellarsi. Abbiate pazienza, è per una buona causa, così quando non mi trovate in giro qui sopra sapete dove rifugiarvi a leggere roba di cui magari vi dimenticherete il secondo successivo. O anche no, eh, io leggo gente mediamente più interessante di me)

Va bene, ho tirato abbastanza tardi. COMINCIAMO.

  1. Ventilatore, aria condizionata o semplici finestre aperte: cosa preferite a casa e cosa al lavoro (o all’università)? Preferisco le finestre aperte. Ho qualche problemino con la cervicale. Noi signore di una certa età abbiamo di questi problemi…
  2. La vostra marca preferita di: detersivi, pasta, tonno, prodotti per la cura del corpo?
    Mi rifiuto di rispondere. Non per altro, ma ho appena finito di leggere Un cavallo per la strega, dove la gente che risponde a domande sui prodotti che usa abitualmente dipartisca nel giro di poco tempo. La prudenza non è mai troppa.
  3. Il vostro attuale pc e cellulare e quelli che vorreste avere?
    Il mio PC è un notebook e vivaddio va benissimo. Penserò a quello che vorrò avere quando sarà ora. Bisogna trattarli bene, i computer. Sennò si incazzano. Lo stesso vale per lo smartphone. Quando sarà ora ne cercherò un altro. Di sicuro però non sarà un iPhone.
  4. Il libro che avete odiato di più e perché?
    L’insostenibile leggerezza dell’essere. Perché tutti dicevano che dovevo leggerlo e mi avrebbe cambiato la vita. A me l’ha cambiata, la vita. Non ho più voluto saperne di Kundera, da allora. Se non è un cambiamento questo…
  5. Tapparelle, persiane, veneziane o altro? Niente di tutto ciò. Vivere all’ultimo piano e non avere finestre dei vicini a sbirciare aiuta.
  6. Animali di razza col pedigree o di pura razza europea? E quale?
    Corvo di pelouche. Di razza Trudy.
  7. Mobili Ikea o mobili per la vita? Mobili per una vita Ikea. Qui apparteniamo alla generazione Fight Club. Mica pizza e fichi.
  8. La vostra citazione preferita?
    “Non sono pazza, Madline. Sono unicamente di un umore schifoso da più di quarant’anni”. Ouiser Boudreau in Fiori d’acciaio
  9. I colori delle pareti a casa vostra?
    Io per me la farei a parteti gialle e verdi. Il fidanzato non è d’accordo. Abbiamo trovato un compromesso. La camera da letto è azzurra. Il resto della casa ha ancora i colori scelti dalla vecchia proprietaria. Ma ci stiamo lavorando. Con calma  e per piacere.
  10. La peggior figuraccia che abbiano fatto nei vostri confronti? Non ricordo figuracce di altri nei miei confronti. Ma ho probabilmente memoria corta…
  11. Quali portachiavi avete in borsa e per quali chiavi?
    Uno di quelli che si mettono al collo. Per le chiavi di casa.
  12. Pigiama, camicia da notte o nulla?
    Pigiama in inverno e  maglietta L o camicia da notte in estate.
  13. Come sono le tende di casa vostra? A vetro o a soffitto? Colori?
    Come szopra. No tende.
  14. Ciabatte o piedi scalzi o scarpe in casa?
    Ciabatte e pantofole. A piedi nudi al mare.
  15. “Che libro devo leggere per esserti simpatica?”
    Il Corrierino delle Famiglie o lo Zibaldino di Guareschi.

Adesso devo invitare 15 amici blogger a giocare:

Ehm. Non mi vengono, tutti insieme, 15 blogger. Facciamo che chi passa di qua  e il gioco gli piace ci gioca…

Insomma, alla fine pare che i blog da leggere quando non ci sono ve li dovrete trovare per forza da soli.

(forse il gioco non è precisissimo, ma tanto a me le catene di sant’Antonio non sono mai piaciute, partecipo solo per paura di Gaia!)

Aggiornamento. Pare che mi debba inventare altre 15 domande. Ora ci penso. Quindi voi potete non giocare fino a quando non le ho inventate.

Annunci

4 thoughts on “E va bene. Stavolta gioco anch’io.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...