Scusami, Mario, se non ti sto dando troppo retta.

Non mi è sfuggita la minchiata abnorme sulla generazione perduta dei trenta-quarantenni, di cui per evidenti requisiti anagrafici (tre anni ai 40) sono membro a tutti gli effetti.

Sono solo un po’ impegnata a occuparmi del posto di lavoro che le politiche degli ultimi 20 anni di governi ( in cui includo anche il tuo che solo poche settimane fa ha varato l’ennesimo pacchetto di riforme capaci di erodere i già residui diritti dei lavoratori) hanno reso una chimera.

Quando ho finito di occuparmi della mera sopravvivenza stai pur tranquillo che ti dedicherò l’attenzione che ti meriti.

E questa è una minaccia.

Annunci

2 risposte a "Scusami, Mario, se non ti sto dando troppo retta."

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.