Non t’invidio, turista che arivi (semicit.)

Pare che Roma faccia di tutto per cacciarti a pedate. Ci hai fatto caso?

Se arrivi in aereo a Fiumicino, ti fa spendere 60 euro di viaggio in taxi. O 14 di treno che porta a Termini. Quando arrivi a Termini, poi, ti trovi in quel disastro che è la stazione in rifacimento ormai da due anni, dove nonostante l’avanzamento dei lavori rischi di perderti perché i cartelli sono incomprensibili a me che conosco i percorsi a memoria (e meno male), figuriamoci a te che Roma finora l’avevi vista solo in fotografia.

Ti ritrovi a prendere mezzi pubblici che sono degni più del terzo mondo che della capitale di un paese sviluppato, come la linea B. Quella che arriva a Colosseo, bravo.

Pure coi mezzi di superficie però non si scherza, sai? Per esempio c’è quel 64 che arriva a San Pietro che è il luogo preferito di tutti i borseggiatori. Anzi, se ti capita, la prossima volta sali sul 40. Comunque tienitelo stretto, il portafogli.

Quando cerchi un alloggio ti trovi prezzi di alloggi che non hanno ragione d’essere, tanto sono alti.

Se vuoi mangiare in zona centro devi fare lo slalom cercando di evitare il ristoratore pronto a spennarti perché sei di fuori, e quindi è buona norma trattarti come un pollo da spennare.

Fino a due giorni fa ti potevi ancora salvare, mangiandoti un panino o un pezzo di pizza per strada. Ma la lungimiranza dell’attuale giunta comunale (popolata di filibustieri che hanno provveduto a mettere gli amici degli amici in tutti i posti chiave dell’amministrazione e degli enti a partecipazione comunale, ciò va detto)  ha deciso che non si può più mangiare per strada a Roma nel centro storico senza rischiare una multa.

Turista. Io te lo dico. Il centro di Roma parte dalle mura di San Giovanni e arriva fino a San Pietro. Ti dico pure che Giolitti, una delle migliori gelaterie che ci sono a Roma, è proprio nel centro storico. Se ti interessa saperlo, pure Grom è nel centro storico. Quindi se tu visiti il centro storico di Roma e ti viene voglia di qualcosa di buono o hai semplicemente fame,  non puoi mangiare per strada. Per nutrirti, dovrai arrischiarti a trovare un ristoratore che non approfitti della tua sacrosanta dabbenaggine di turista che non ha voglia di porsi il problema di quanto spende per mangiare, essendo in vacanza.

Però non preoccuparti, turista. Perché se vorrai una bottiglietta d’acqua in zona Colosseo potrai tranquillamente recarti dagli ambulanti, ne troverai quanti ne vuoi. Perché tu non puoi deturpare il centro storico con il tuo panino o con il tuo gelato, ma un ambulante può comodamente piazzare il suo camioncino in zona turistica senza che nessun provvedimento comunale gli rompa gli zebedei (turista, tu non sai chi è Tredicine, ma i romani dovrebbero saperlo. E quei camioncini che vendono acqua e altre amenità sono della famiglia Tredicine)

Caro turista. Me la spieghi una cosa? Chi te lo fa fare, di passare qualche giorno a Roma? Vai in una capitale europea. Capace che spendi di meno e che puoi pure mangiare per strada senza rischiare multe.

Roma non ti ama.

(poi non ama nemmeno noi che ci viviamo, ma noi abbiamo gli anticorpi)

Aggiornamento

Turista, pare che l’ordinanza sia stata fraintesa. Pare che si possa mangiare il panino camminando per strada ma non bivaccare. Pare però che gli stessi vigili l’abbiano fraintesa multando gente in piedi al Pantheon che mangiava un panino senza bivaccare.

Mentre pure il Comune capisce che cazzo vole fa’ coll’ordinanza, tu evita di portarti a Roma bambini che si stancano e potrebbero voler mangiare il panino seduti sulle scale dei monumenti anziché in piedi come i cavalli.

Turista, ricordati di non avere tu stesso cedimenti, sii stoico e mangia in piedi. Oppure entra nel primo Mcdonald che trovi e siediti ai tavoli. Lì non ti caccia via nessuno. Ecco, forse si incazzeranno i venditori di pizza al taglio, ma insomma, bisogna pur pensare al decoro della scalinata di Piazza di Spagna.

Annunci

One thought on “Non t’invidio, turista che arivi (semicit.)

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...