Gente sul pezzo

Allora, per fortuna la cosa si è limitata a un quotidiano web, due mi dicono (l’altro è Milanotoday, che però ci mette il punto di domanda). Per fortuna perché una notizia del genere confermata sarebbe inquietante.

E proprio perché sarebbe inquietante, da procurato allarme, come minimo andrebbe verificata.

E invece che cosa ti pubblicano stanotte, questi del quotidiano web dove non c’è nessun punto di domanda e l’ipotesi dell’esercitazione? Questo articoletto:

Ci tengo a sottolineare che se aprite un qualunque altro quotidiano on line, escludendo questi due, la notizia non c’è. Non compare. Giustamente. Perché quando dai per certa un’evasione da San Vittore e quella invece si rivela essere un’esercitazione, come minimo dovresti essere denunciato per procurato allarme.

Uno pensa che si tratti di un errore, un’ingenuità (ingenuità del genere i giornalisti le dovrebbero pagare, comunque… Sono iscritti a un albo apposta). Io ci ho pure ironizzato sopra, pensando che l’esercitazione fosse di giornalismo.

Salvo che appena sali, al titolo della testata, ti trovi davanti queste due facce:

Quello a destra, in particolare, non è stato condannato per aver avallato una notizia falsa in quanto direttore di una testata nazionale? E che tra 30 giorni se non concorda una pena alternativa finisce in carcere per un anno e quattro mesi?

Se questi sostengono personaggi del genere (e in difesa di Sallusti ci sono un bel po’ di post, a ravanare nel sito), si spiega in effetti l’etica del giornalismo che si sono imposti.

La notizia, se non c’è, me l’invento. Ah, che bellezza. Ora lo apro pure io, un quotidiano così.

(Consiglio anche a loro di vedersi Newsroom, magari imparano qualcosa di utile)

Advertisements

4 thoughts on “Gente sul pezzo

  1. Come diceva un amico riferendosi alla fidanzata giornalista: “Lei è iscritta all’ordine dei giornalisti, non ha alcuna necessità di conoscere la verità od anche solo di documentarsi su una notizia, tutto quello che le viene richiesto è di renderla credibile … no, aspetta, vendibile rende meglio.”

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...