Sconsigliato a chi ha votato M5S

Ora, non so se sarò molto lucida o se mi lascerò andare al vomito di rabbia e bile, ma dopo ieri sera ho passato la notte a fare sogni più o meno deliranti,  e con un vago mal di stomaco che ho attribuito all’aver vuotato il barattolo delle olive, quando invece ha origini emotive.

Insomma, ho 38 anni (un anno in meno della simpatica rappresentante alla Camera del M5S*. Sono sua coetanea. Probabilmente in adolescenza abbiamo fatto le stesse cazzate, o lei ne ha fatte di più perché in adolescenza ero piuttosto schiva.

Di sicuro non abbiamo letto gli stessi libri e non abbiamo studiato la stessa Storia. Perché le castronerie che si possono dire su Casa Pound e sul fascismo che è riuscita a inanellare lei sull’argomento sono tali da far pensare che arrivi da un pianeta diverso.

E a dire il vero, si trattasse solo di lei, di Roberta Lombardi, ci si potrebbe voltare dall’altra parte pensando se non consideri i fascisti qualcosa di incompatibile con la democrazia e di antitetico rispetto all’esistenza stessa di una Repubblica Italiana, non sei l’interlocutrice che fa per me.

Il problema è che con questa, adesso, ci dovremo parlare per forza. O perlomeno dovremo starla a sentire noi in quanto portavoce alla Camera del 25% degli elettori (scusate, con tutta la buona volontà, come non mi sono mai sentita rappresentata da PDL e Lega, e manco dall’UDC, men che mai potrò sentirmi rappresentata dall’espressione di un voto di pancia, rabbioso, che non ha una vaga idea della Costituzione e se ne vanta e che ora mi esprime portavoce che se ne fotte della presenza di fascisti perché destra e sinistra lo stesso sono. Tecnicamente poi bisognerebbe spiegarle che non tutta la destra è fascista, e che anzi ai fascisti una certa destra li prenderebbe a calci in culo esattamente come vorrebbe farlo una certa sinistra).

E il problema ancora più grave è che quello stesso 25% di elettori, in fondo, è convinto che il fascismo non sia un problema. Che non esista più.  Che per la sopravvivenza di questo Paese e della sua democrazia si possa davvero prescindere dall’essere antifascisti.

No, ecco. Con tutta la buona volontà. Si trattasse solo di gente ignorante a cui va insegnato il funzionamento delle istituzioni, passi.

Si trattasse di accettare il meccanismo che chi urla più forte ha ragione, ormai ci siamo assuefatti, lo abbiamo visto per vent’anni.

Si trattasse di sopportare qualche modifica costituzionale… Già questo è un ENORME problema, considerando la schizofrenia del guru che un anno ti dice che l’articolo 67 è sacrosanto e tre anni dopo lo vuole abolire, dimenticando che è proprio quello a garantire noi cittadini che un politico in parlamento ci difenderà da eventuali attacchi alla nostra democrazia, pure mettendosi contro il suo Partito, se necessario. E già arrivati a questo punto cominciano a esserci pochi margini di contrattazione.

Ora che la questione dell’antifascismo non è più una semplice castroneria da campagna elettorale ma abbiamo una rappresentante alla Camera evidentemente decisa dall’assemblea dei parlamentari NONOSTANTE le sue idee sull’argomento, i margini di contrattazione non esistono più.

È proprio guerra aperta.

(comunque, grazie, perché vorrei occuparmi di un sacco di altre cose, nella vita, incluso cercare un lavoro, ma chissà come mai arriva sempre qualcuno, o un terzo degli italiani, a ricordarmi che la democrazia va sempre difesa e non puoi mai chiudere gli occhi. In questo il M5S non ha nulla di diverso dal berlusconismo e dall’attacco continuo alle istituzioni portato avanti con diligenza per anni e anni. Mi sembra un grande risultato, per chi voleva mandare Berlusconi affanculo)

*a proposito. È comparso un post sul suo blog, ieri. Dice che l’abbiamo fraintesa. Parlava del fascismo degli inizi (?), dà un giudizio negativo del fascismo (e le piace Casapound? Mah…) e dice pure che nel programma del M5S c’è anche l’insegnamento della Costituzione. Forse ha poca dimestichezza con l’istituzione scolastica, perché la Costituzione, da un po’ di tempo, nelle scuole viene insegnata. Ma anche a quelli della mia età, ogni tanto, la insegnavano. Il problema sta tutto nei neuroni chiamati a comprenderla e a ricordarla. Nel programma si parla di ripristino di neuroni difettosi?

Annunci

11 thoughts on “Sconsigliato a chi ha votato M5S

    1. Guarda, io non ipotizzo più. Sono stufa di ipotizzare. Non ti racconto nemmeno le discussioni ai confini con la realtà avute negli ultimi tempi, da prima delle elezioni, con gente simile. Non ho proprio voglia di stare a interpretare una che non è nemmeno in grado di scrivere una smentita che non sia peggio della cagata fuori dal vaso che ha scritto un mese prima. Questa sta in parlamento, parlerà a nome di tutti i parlamentari grillini della Camera. Imparasse a parlare in modo da non farsi fraintendere appena apre bocca. (e a dirla tutta non credo proprio di avere frainteso un tubo, considerando i video in cui il Guru ripete che gli va bene chiunque, inclusa Casa Pound. Pure se un popolo intero di pecore continua a ripetere che non l’ha mai detto. Siam tutti vittime di una fiction girata dalla CIA, scommetto). Questa ha scritto un post per spiegare quanto detto da Grillo un mese fa e ha dimenticato che in rete non sparisce nulla. E adesso si tiene la gatta da pelare. Personalmente ho il vomito e i sampietrini in tasca. La voglia di capire di qua non passa più.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...