Le chiese dell’Urbe ai tempi di Papa Francesco

E niente, stamattina, approfittando di una sveglia precoce procurata da una notte insonne, ho alzato il fondoschiena dalla poltrona Ikea e me ne sono andata a cercare di visitare Sant’Ivo alla Sapienza.

Ora, per chi non fosse avvezzo alle chiese, Sant’Ivo alla Sapienza è una chiesa che minaccia di essere veramente figa. D’altra parte è una roba di quel tizio chiamato Borromini, mica cazzi (so che finirò all’inferno per tutta questa blasfemia e che Sgarbi verrà a sputare sulla mia tomba, ma anche sticazzi).

Sempre per chi non fosse avvezzo alle chiese e si stesse chiedendo perché mi sono dovuta svegliare presto, in fondo è una chiesa e le chiese si sa che sono sempre aperte, vi comunico che no. Un par di palle che le chiese sono sempre aperte. Alcune hanno degli orari di apertura piuttosto scomodi. Posso indicarvi senza problemi, per esempio, Santa Maria in San Satiro a Milano, che durante il mese di agosto è accessibile solo se contattate il parroco di non ricordo quale parrocchia vicina (ho le prove fotografiche e un giorno ve le cadaunerò).

Oppure Sant’Agnese in Agone, che il lunedì è chiusa. Giustamente, vorrete mica che i preti non si riposino dopo le messe domenicali. San Luigi dei Francesi, che si prende libero mezzo pomeriggio il giovedì. Manco le colf.

In questo panorama non deve stupire che Sant’Ivo alla Sapienza sia aperta solo la domenica mattina dalle 9 alle 12. Un orario interrotto dalla messa, perché se apri la chiesa per tre ore, almeno una funzione ci deve scappare.

Quindi, dicevo, stamattina ho cercato di volgere a mio favore la notte insonne e mi sono fatta la lunga strada in metropolitana che da Cinecittà porta a Piazza di Spagna, dove il cavallo di San Francesco ha percorso gli ultimi metri fino a Corso Rinascimento.

Senonché.

Il portone da cui si accede al porticato antistante la chiesa era sbarrato. Davanti si trovavano un paio di turisti. Altri stavano dall’altro lato della strada, intenti a sbirciare non so dove, guardavano in alto. Non ho controllato se ci fossero finestre, ma facciamo finta che cercassero di capire se qualcuno tra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo fosse presente.

Ho controllato l’orario. Diceva dalle 9 alle 12. Ed erano le dieci. Quindi la puntualità mi era amica.

Dopo una decina di minuti di attesa davanti al portone (che brutta cosa, attendere invano che una chiesa ti apra i battenti. Ti senti sul serio abbandonato da Dio come suo Figlio sulla croce. Non si capisce, davvero, perché la gente scelga l’ateismo…), dall’altro lato della strada arriva l’informazione che nessuno aveva.

SANT’IVO ALLA SAPIENZA CHIUDE I MESI DI LUGLIO E AGOSTO.

Giusto. I preti dovranno pur andare in ferie.

Ma me lo vuoi scrivere da qualche parte, visto che ti sei premurato di farmi conoscere gli impossibili orari di apertura?

Che poi, io vivo a Roma, ci torno a settembre.

Se uno viene a Roma apposta in luglio e agosto perché metti caso ha solo quei periodi per vedersi Sant’Ivo alla Sapienza e il suo capo non gli dà le ferie durante il resto dell’anno, che deve fare?

Abbacchiata, me ne sono tornata sui miei passi. Visto che non era giovedì pomeriggio, però, ho pensato di fare un salto a San Luigi dei Francesi, perché l’ultima volta che ci ho provato era proprio il pomeriggio libero della colf.

E quindi diciamo che non è stata una strada inutile.

Però un po’ mi è rimasta sullo stomaco, sta cosa. San Luigi dei Francesi è una chiesa barocca. Indiscutibilmente barocca.

Tra il barocco e Borromini vince Borromini per KO. Non c’è proprio storia

(come? Caravaggio? San Matteo? Ma dite un po’, davvero pensate che non abbia mai visto le storie di San Matteo di Caravaggio prima di stamattina? Vado apposta a bere il caffè di Sant’Eustachio per avere la scusa della virata davanti a Caravaggio).

Advertisements

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...