Quando è troppo è troppo.

Questo è un pazzo furioso. Lo sapevamo già, ma siccome alla gente i pazzi furiosi piacciono tanto, li sente affini, soprattutto se dicono quello che vogliono sentire, è stato lasciato libero di crearsi il suo movimento e di avere gente in Parlamento che segue le sue farneticazioni.

Eh, c’è la democrazia. La gente lo ha votato, mica puoi dare contro a quelli che lo hanno votato, bisogna rispettare la volontà popolare. A parte il piccolo particolare: secondo questo principio ci siamo tenuti Berlusconi per 20 anni. Ma lasciamo perdere la punta ar cazzo.

Ora che cosa fa il pazzo? Scrive lettere aperte ai Capi delle Forze dell’Ordine. Leggi: Carabinieri, Polizia ed Esercito.

E scrive dal suo blog, come al solito farneticando.

Chiosa la sua lettera così:

Vi chiedo di non proteggere più questa classe politica che ha portato l’Italia allo sfacelo, di non scortarli con le loro macchine blu o al supermercato, di non schierarsi davanti ai palazzi del potere infangati dalla corruzione e dal malaffare. Le forze dell’Ordine non meritano un ruolo così degradante. Gli italiani sono dalla vostra parte, unitevi a loro. Nelle prossime manifestazioni ordinate ai vostri ragazzi di togliersi il casco e di fraternizzare con i cittadini. Sarà un segnale rivoluzionario, pacifico, estremo e l’Italia cambierà.

Ecco, a casa mia questa roba si chiama tentativo di colpo di stato militare.

E non mi interessa se i capi delle tre forze armate che sta chiamando a raccolta si staranno probabilmente scompisciando dalle risate leggendo questa roba.

Io sono stufa. Questo pazzo ha avuto troppa considerazione. Va sparando minchiate da anni e nessuno lo ferma in nome della democrazia.

Bene. Qui c’è il contrario della democrazia.

Adesso mi spiegate come si ferma il contrario della democrazia, perché mio nonno si è fatto il culo per levare dai coglioni una dittatura fascista.

Io non mi voglio ritrovare con quella dei grilli e dei colonnelli.

Annunci

2 thoughts on “Quando è troppo è troppo.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...