Dev’essere una legge scritta.

Tu sei lì che aspetti che ti torni la voglia di scrivere, tanto non hai niente da fare tutto il giorno perché non stai lavorando, stai mandando curricula. Hai pure un romanzo da continuare e da finire, ché sei pure un po’ stufa.

E invece mentre sei disoccupata e cerchi e avresti il tempo di, ci sono altri sei milioni di cose che ti capitano davanti e dici ‘vabbé, che sarà mai, l’ultima volta son stata disoccupata un sacco di tempo’.

Poi comincia un corso di formazione, perché ogni tanto succede anche di fare un colloquio che va bene, almeno, sembra, poi te lo dicono alla fine del corso, se ti prendono.

E ti dici ‘mica mi verranno a trovare proprio in quei sei giorni, i miei personaggi. Non si sono fatti vivi per tutte le feste di natale, saranno andati a fare quella vacanza a Londra che a me non riesce da due anni’.

E proprio mentre sei per strada e stai camminando per arrivare alla metropolitana, ecco che ti compaiono davanti sotto forma di quel maledetto dialogo che volevi buttare giù e non ti veniva mai.

Solo che stai camminando, hai fretta, la metro A e la metro B la mattina sono una rottura di palle, e non puoi fermarti per prendere ul quaderno dalla borsa (perché scrivi a mano, a penna, quando i personaggi arrivano all’improvviso. Voi non lo fate, di scrivere a penna?)

E insomma, cos’è che hai fatto di male nella vita per trovarti dei personaggi così sadici?

Annunci

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...