Sì. Lo so. Si è dimesso Letta.

So pure che ricominciano le consultazioni da Napolitano. E che stavolta ci sarà uno che è pregiudicato, condannato, legittimato ad andare alle consultazioni con Napolitano perché è il capo di un partito votato da una parte consistente di elettori (e no, non è come quando non era ancora stato condannato, porca miseria, non devo spiegare come mai non è la stessa cosa).

So altresì che tutta questa roba nasce da questioni squisitamente interne al PD, perché non è stato un parlamento a sfiduciare Letta ma di fatto è il suo partito che l’ha messo nella condizione di prendere la decisione. Grazie all’aiuto poderoso del segretario del PD.

Tutta roba di cui a noi, che non siamo elettori PD ma cittadini che non sanno se grattarsi l’orologio o caricarsi il culo, non fregava una beneamata fava. Noi volevamo un governo che avesse una parvenza di legittimità o che sembrasse come dire rispecchiare anche da lontano quello che è il risultato uscito dalle  cabine elettorali. Cosa che il governo Letta era, per quanto ci facesse schifo.

Serviva una legge elettorale. Quella non l’abbiamo. In compenso rischiamo di avere un nuovo presidente del consiglio e un nuovo governo uscito non da nuove maggioranze stabilite dal voto (che poi, piaccia o meno, si chiama democrazia) ma dai giochi del PD e degli amici di turno. E rischiamo di tenercelo fino a fine legislatura. Il 2018.

Non so voi, io non riesco a levarmi di dosso la sgradevole sensazione di trovarmi in quel momento del Monopoli in cui tiri su la carta Imprevisti e trovi la scritta ‘Andate in prigione direttamente e senza passare dal via’ (la scritta precisa non me la ricordo, ma il senso è quello).

Vado a studiare che è meglio.

Advertisements

2 thoughts on “Sì. Lo so. Si è dimesso Letta.

  1. la constatazione ancora più triste è che il nuovo capo del governo è culo e camicia con colui che non deve essere nominato, e che alla fine a capo di questo stato sempre più precario c’è ancora lui, e alcuni sembrano esserne contenti…

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...