Devo essere stata abituata male.

In tutti questi anni di presenza sulla Terra devono avermi insegnato cose avulse dalla realtà.

E non solo a me.

Perché io mi ricordo che quando ero bambina più o a meno tutti, magari non con la stessa intensità, ma a tutti quanti all’idea che la gente potesse morire in un naufragio ci veniva la pelle d’oca. E i nostri genitori probabilmente ci avrebbero anche tirato uno sberlone di quelli che ti rivoltano per sei anni se ci fossimo azzardati a dire cose sgradevoli, ridere, fare commenti cinici. Vero che nemmeno lo sapevamo, cosa fosse il cinismo, ma pure se lo avessimo saputo chi si sarebbe azzardato a tirarlo fuori in maniera brutale?

Che poi forse nemmeno succedeva, di svegliarsi la mattina e scoprire che un barcone di gente in fuga da casa sua era affondato, ma di cose ne succedevano delle altre.

Ma fa lo stesso. A nessuno sarebbe mai venuto in mente di dire cose assurde come ‘troppo pochi’, o di esultare. A nessuno sarebbe venuto in mente di pensare che bisognava lasciarli lì in mezzo al mare, nemmeno, come fa un certo genio che vorrebbe prendere il posto di Renzi come presidente del consiglio, e già con Renzi c’è poco da star tranquilli, ma se ci arriva quel genio allora è il caso che cominciamo a emigrare noi in massa.

Insomma, cosa è successo alla gente, perché un barcone di 700 persone che affonda tirasse fuori così tanta meschinità, schifo, incapacità di pensare che forse, se stai pensando ‘evviva, era ora’, dovresti come minimo prendere e sciacquarti i pensieri, perché stai pensando merda?

Dov’è il ceffone che gli avrebbero tirato le loro mamme, o se non le mamme le nonne, o qualcuno con un po’ di testa e di pietà addosso?

Non può essere solo internet. E non può essere solo la crisi. Non basta. Io uso internet. I miei amici usano internet. Io non ho un lavoro. Molti dei miei amici il lavoro se lo stanno tenendo stretto sotto le chiappe, quando ce l’hanno. E quelli che non ce l’hanno stronzate del genere non le scrivono lo stesso. Non solo. Non si azzardano nemmeno a pensarle.

Vorrei dire che siamo stati beneducati, tutti quanti, ma non è vero, perché quando serve siamo cinici, siamo spietati, qualcuno di noi prende e bestemmia, perché non ha nemmeno la scusa dell’educazione cattolica o se ce l’aveva se l’ tolta dalle palle con sommo piacere.  Ci mettiamo a litigare, pure, con la gente stupida, invece di guardarla con commiserazione. Non siamo santi.

Eppure quando succedono queste cose, a noi non passa per l’anticamera del cervello, nemmeno per un secondo, il pensiero che sono troppo pochi, quelli affondati.

O che se ne devono stare a casa loro invece di venirci a rubare il lavoro, perché prima dobbiamo pensare a noi italiani (che poi, in questo noi, io non lo so perché ci devono mettere pure me, quando io con certi italiani proprio non vorrei nemmeno dover spartire una caramella, tanto mi fanno schifo quando dicono noi italiani tirando fuori tutte le cose più becere che secondo loro dovrebbero accumunarci).

Quindi non lo so, o c’è qualcosa che a un certo punto è andato storto con i ceffoni delle madri a questi che esultano davanti ai barconi di gente che affonda, oppure nella vita m’ha detto fin troppo culo a incontrare sempre una quantità superiore di gente che cose del genere non le pensa nemmeno se la torturi.

Ma non è una grande consolazione. Perché se finiamo per essere noi, quelli che pensano cose impopolari, e invece la tendenza è applaudire alla gente di un altro paese che muore mentre cerca di scappare da un posto dove rischia la pelle, io non lo so se è un mondo dove mi va di stare.

Come mondo fa abbastanza schifo.

Annunci

2 thoughts on “Devo essere stata abituata male.

  1. Figurati che effetto può fare a me, nonna, questo cinismo… Ma, generalizzando alla grossa, lo ritengo per la maggior parte da bar e provo a riflettere sulla (stupida e colpevole) risonanza mediatica, che di sicuro lo ingigantisce. Un Pincopallo, parecchio corto di mente si capisce, può essere indotto a imitare -nei social grazie ai quali s’illude di enfatizzare la propria insignificanza- le sparate consapevolmente mistificatorie del Salvini di turno, che ritiene un leader, visto che è presente ovunque e strologa in libertà.
    “La voce della ragione è debole”, per citare Kant. Tuttavia conosco tante persone (anche tu, meno male!) che l’ascoltano e diffondono per quanto gli riesce.

    1. Per la verità sai benissimo che non sono in rete da ieri mattina e che ho letto schifezze, in questi anni, che facevano temere per la sopravvivenza del genere umano. Il mio problema di fondo è nella quantità, che trovo assolutamente sproporzionata rispetto alle situazioni simili precedenti. E ovunque. Pure sotto un post di Gianni Morandi, che voglio dire, credo sia la persona più amata in rete di questi tempi. Ecco, ieri quando ho trovato i commenti razzisti e xenofobi pure sotto un post di Gianni Morandi, estremamente pacato, che diceva con il buon senso dei nonni di ricordarsi quando eravamo noi a emigrare per cercare condizioni migliori, ho pensato che davvero non abbiamo più speranza. E chi fa informazione senza passare per la pancia, o cercando di non cadere nel qualunquismo meschino, è un numero di persone troppo esiguo per poter contrastare questo mare di merda.

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...