Di quali cattolici va parlando Mario Adinolfi?

Perché i suoi numeri e le sue convinzioni, a me che di cattolici continuo a frequentarne parecchi e conosco la capienza di Piazza San Giovanni abbastanza, continuano a non tornare.

Adinolfi dice, qui,

“A mio parere poi i cattolici dovrebbero sbandierare un’iniziativa completamente operata dal basso e senza neanche un cartello sbagliato o uno slogan fuori luogo, animata da gente mossa esclusivamente da un grande amore per i propri figli e dal rispetto per tutti, una cosa difficile solo da immaginare considerando che in piazza erano presenti quasi un milione di persone.”

Peccato che ci siano cattolici che non ci pensano a sbandierare un’iniziativa del genere, che sono contrari e indignati quanto noi senza dio dalle cazzate di Kiko che ha stabilito, non si sa in virtù di che, una predisposizione dell’uomo ateo ad ammazzare la propria donna nel caso in cui fosse abbandonato. Predisposizione tra l’altro messa in dubbio da lei, qui:

“Chissà cosa direbbe Kiko Arguello di Antonio Fina di Mesagne che nel 2011 uccise la moglie Concetta Milone perchè era “posseduta dal demonio”. Chissà cosa direbbe a Luca Giustini, che nel 2014 uccise a coltellate la figlia di 18 mesi infastidito dal suo pianto e giustificandosi con gli inquirenti disse che glielo aveva suggerito Gesù. Chissà se l’Iman salito sul palco di San Giovanni dopo di lui gli ha elencato le decine di casi di devoti musulmani che ogni anno in Italia uccidono le mogli e le figlie perchè non si vestono, non si comportano e non si adeguano alle norme coraniche o presunte tali. Chissà se Kiko Arguello lo sa quanti preti in confessione ascoltano i pianti delle donne cristiane picchiate dai loro cristianissimi mariti e il meglio che la maggior parte di loro sa fare è consigliare a quelle donne di sopportare e offrire a Dio il loro martirio familiare.”

Peccato che sia già stato fatto notare, a proposito di Piazza San Giovanni, che non potevano esserci un milione di persone, in piazza, per un semplice motivo: Piazza San Giovanni non le contiene.

Magari si può pensare che anche 200000, la cifra probabile senza un numero della questura che sveli l’arcano, sono tante. Ma i cattolici non sono 200000 in Italia. Dico quelli praticanti.

E non sono tutti d’accordo con quello che è successo e che è stato detto in Piazza San Giovanni sabato..

Il problema reale è che questi cattolici che non si sentono rappresentati dagli Adinolfi, dalle Miriano, dai Kiko e da chiunque vada indicando i gay come il grande problema della società, come i nemici della famiglia tradizionale (?), come gente anormale che va curata, dissentono in silenzio.

E se dissentono in silenzio nessuno può sapere che non sono d’accordo con questa gentaglia. Di fatto li stanno autorizzando a parlare anche a nome loro, perché non dicono a voce alta, in modo chiaro e limpido ‘no, tu non parli anche a nome mio’.

(vero, qualcuno lo fa. Per esempio l’ha fatto lui, anche se sul quotidiano La Croce, quindi se lo saranno letto in quattro gatti. Ma non è ancora abbastanza)

Ecco, sarebbe bello vederli in piazza sabato, questi cattolici che non sono d’accordo con questa gente che vuole la guerra santa contro i gay e che si è autonominata portavoce dell’intero mondo cattolico, nemmeno fosse il papa. Qualcuno ci sarà, ma le manifestazioni non sono mai state un obbligo, esiste il libero arbitrio (quello di cui Kiko pare essersi dimenticato parlando del povero uomo ateo che viene abbandonato dalla donna e per forza deve uccidere), per cui è una scelta, esserci o meno.

Però sarebbe utile, per tutti, anche per loro, se i cattolici che sono in disaccordo con la guerra santa contro i gay indetta da questa gente lo dicessero a voce alta, pure fuori delle impostazioni della privacy di facebook, se non hanno un altro posto dove scriverlo.

Poi, oh, pure per questo esiste il libero arbitrio. Ma come mi diceva un’amica in privato, ‘della solidarietà privata non me ne faccio niente’.

E in effetti no, la solidarietà espressa in privato, quando c’è una guerra santa voluta da tre coglioni con un altro seguito di coglioni, non serve proprio a nulla.

Annunci

One thought on “Di quali cattolici va parlando Mario Adinolfi?

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...