Aggiornamenti di fine settembre (o quasi).

La prossima settimana andrò a Roma a dare un esame che non passerò perché gli ultimi tre mesi sono stati un po’ faticosi e la concentrazione è andata a farsi benedire.

Andrò a Roma e non ho voglia di andarci. Non è per Roma, eh. Prima o poi avrò voglia di andarci senza problemi, ma in questo momento vorrei stare lontana il più possibile perché andare a Roma è un po’ ritardare il taglio del cordone. Ho un sacco di roba da recuperare, devo entrare nella mia vecchia vita e portarmi dietro quello che serve nella nuova. Sono mesi che mi chiedo se non ho fatto una cazzata, e alla risposta ‘no’ vorrei che il tempo fosse come nelle sceneggiature, dove con un’ellisse temporale ti trovi mesi dopo, con un lavoro, una casa nuova, tutta una serie di nuove abitudini che nella vita reale arrivano con santa pazienza e parecchie lacrime di notte.

Piango ancora, sì. Non è che se decidi tu di cambiare vita poi la cosa è indolore. Ci sono cose che ti mancano e probabilmente ti mancheranno sempre, soprattutto di notte quando ti svegli e non sei più nella tua vecchia vita, ma due vite fa, nel letto di quando eri più giovane. Solo che il letto ti va stretto perché è a una piazza. E di quelli lunghi 1,80. Con il materasso che ti ammazza la schiena.

Però so cosa mi fa piangere. Non è poco. Ci sono stati mesi in cui piangevo e non sapevo perché e non volevo più svegliarmi. Adesso piango e basta.

E in tutto questo ho molta più voglia di parlare. Non sento più l’ansia di non raccontare nulla a nessuno perché non posso disturbare il prossimo con i fatti miei.

Li racconto, non è che spariscano i problemi, ma avere gente a cui frega qualcosa di sentirli perché ti vuole bene e non si rompe le palle se hai un periodo di merda, pure se te lo sei cercato da sola e potresti anche meritartelo, è una roba che auguro a tutti.

Ah, poi sono cominciate le lezioni ma non ho ancora pagato la prima rata. E vabbé. Prendetemi a calci.

Advertisements

3 thoughts on “Aggiornamenti di fine settembre (o quasi).

      1. Sì, m’intendo anche di faccende universitarie… Ma facevo della (blanda) ironia, scusami :-), in riferimento alla richiesta di pedate: ho una vasta esperienza di somministrazione!

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...