Sono morte tre persone

Tre sorelle. Due bambine. Una più grande. Bruciate vive.

Che siano rom, italiane, francesi, argentine, sarcazzo, non dovrebbe fregare a nessuno.

Basta pensarci un attimo e si capisce che bruciate vivi non è esattamente una roba di cui rallegrarsi.

Invece. Ci sono sempre quelli contenti. Perché basta che ci sia scritto rom, di fianco alla notizia che tre sorelle sono morte.

Se sei rom puoi anche morire bruciato. Non ti si riserva nemmeno il minimo sindacale di pietà. Quella che si riserva anche ai cani.

Oh, non sono tutti così. È vero. La gente che conosco io non dice cose del genere.

Ma sapete che c’è? La gente che conosco io comincia a non bastare. È troppo poca. Si fa sentire troppo poco.

E sapete che c’è ancora? Anche un solo commento entusiasta perché sono morte tre di quelli è troppo. Non dovrebbe essercene nemmeno mezzo. Non ti dovrebbe nemmeno passare per la testa, di spellarti le mani in preda all’entusiasmo perché tre sorelle sono morte bruciate vive.

Perché altrimenti in quel rogo oltre a tre sorelle è morta persino la pietà.

E vaffanculo.

Annunci

One thought on “Sono morte tre persone

Ehi, tu che stai per commentare. Sei proprio sicuro che il link al tuo blog inserito in calce al commento sia necessario?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...